WvW: Golem mastery e siege disabler

WvW: Golem mastery e siege disabler

Con la feature pack di Settembre vi saranno alcune novità piuttosto eccitanti per il World vs....

Bilanciamento alle classi

Bilanciamento alle classi

Salve a tutti! Sono Karl McLain, uno dei game designers di ArenaNet. Sono qui per parlarvi di...

sPvP: Enemy models e nuove armor

sPvP: Enemy models e nuove armor

La Feature Pack di Settembre, annunciata proprio ieri, porterà grandi cambiamenti in...

Story Journal: Introduzione

Story Journal: Introduzione

Come annunciato la scorsa settimana, la Living Story Season 2 avrà inizio il 1 Luglio! Durante...

Megaserver System: World Boss ed Eventi

Megaserver System: World Boss ed Eventi

Abbiamo annunciato in questi giorni il nuovo sistema di Megaserver che a breve sbarcherà su Guild...

Megaserver System: Gilde e Futuro

Megaserver System: Gilde e Futuro

Abbiamo recentemente parlato del progetto megaserver, che a breve sarà introdotto su Guild Wars...

Megaserver System: Introduzione

Megaserver System: Introduzione

Siamo giunti all’ultima grande feature che verrà aggiunta col Feature Pack del 15 Aprile, ed è...

Intervista: VS e SFR a confronto

Intervista: VS e SFR a confronto

Salve a tutti, in questa esclusiva intervista daremo voce ai leader di alcune delle maggiori...

PvP: Gear e Reward Tracks

PvP: Gear e Reward Tracks

Ciao Tyria! Ci sono diverse novità per le Mists a rewards, gear, build-making, ed altro! Possiamo...

Economia: Repair, Loot, Mystic Forge e Tratti

Economia: Repair, Loot, Mystic Forge e Tratti

Verranno implementato alcuni modifiche all’economia di gioco, e ne parleremo in questo blot post....

  • WvW: Golem mastery e siege disabler

    WvW: Golem mastery e siege disabler

    Mercoledì, 20 Agosto 2014 11:10
  • Bilanciamento alle classi

    Bilanciamento alle classi

    Martedì, 19 Agosto 2014 06:26
  • sPvP: Enemy models e nuove armor

    sPvP: Enemy models e nuove armor

    Giovedì, 14 Agosto 2014 12:23
  • Story Journal: Introduzione

    Story Journal: Introduzione

    Giovedì, 05 Giugno 2014 14:38
  • Megaserver System: World Boss ed Eventi

    Megaserver System: World Boss ed Eventi

    Giovedì, 03 Aprile 2014 19:00
  • Megaserver System: Gilde e Futuro

    Megaserver System: Gilde e Futuro

    Giovedì, 03 Aprile 2014 17:30
  • Megaserver System: Introduzione

    Megaserver System: Introduzione

    Mercoledì, 02 Aprile 2014 15:20
  • Intervista: VS e SFR a confronto

    Intervista: VS e SFR a confronto

    Sabato, 29 Marzo 2014 14:10
  • PvP: Gear e Reward Tracks

    PvP: Gear e Reward Tracks

    Venerdì, 28 Marzo 2014 18:43
  • Economia: Repair, Loot, Mystic Forge e Tratti

    Economia: Repair, Loot, Mystic Forge e Tratti

    Giovedì, 27 Marzo 2014 19:12

Il dinamismo degli eventi

Ed eccoci arrivati al nostro ultimo appuntamento di una lunga serie di articoli dedicati allo scorso Beta Week-End. Questa volta tocca al nostro Jon Snow, che andrà a soffermarsi sugli Eventi Dinamici e ciò che si può definire innovativo nel gioco.


Se il WvWvW è stata la funzione più attesa e che ha attirato (a pieno merito, direi) l’attenzione di tutti i giocatori spingendoli a passare gran parte del primo Beta Weekend a correre tra paludi, montagne innevate e fiumi per difendere o conquistare questo o quel bastione dalle grinfie delle fazioni avversarie, dall’altra parte gli eventi dinamici assieme alla storia principale, che immagino gran parte dei player abbiano preferito saltare godendosela alla release, avranno l’arduo compito di legare maggiormente i giocatori al PvE, facendoli immergere il più possibile nel mondo che li circonda e coinvolgendoli grazie a situazioni inaspettate. Sin dal primo annuncio ufficiale si gridò all’innovazione, a un’idea che avrebbe lasciato un segno importante nel gameplay di videogiochi dello stesso genere, ma dopo il primo assaggio del gioco quali sono le sensazioni? Cerchiamo di estrapolare i punti principali. Il primo aspetto che salta subito all’occhio è il richiamo che questi eventi hanno nei confronti dei giocatori; il fatto che molte persone si radunino in un punto della mappa dove all’improvviso appare un’orda di centauri assetati di sangue – e vi assicuro che quando si scatena un evento dinamico che vede nei dintorni diversi giocatori si potrà assistere a una vera e propria “chiamata alle armi” - non può che incentivare il lavoro di gruppo, la possibilità di conoscere altra gente con cui fare party per svolgere quest future e rendere l’esperienza più viva sradicando quella sensazione di solitudine che invece avrebbe potuto mortificare il giocatore. E’ un vero piacere buttarsi in mezzo ad un evento apparso all’improvviso cercando di sconfiggere questo o quel nemico, proteggere gli abitanti del luogo o andare alla ricerca di materiale da consegnare poi a chi lo sta cercando, ma è ancora più piacevole assistere all’arrivo di altri player che giungono per dare una mano quando ormai si sta per essere sopraffatti, che offrono supporto dalle retrovie o si buttano nella mischia, che vi riportano in vita dopo un assalto non andato come secondo i piani, oppure che fanno a gara per raccogliere più oggetti da consegnare al NPC di turno.

gw277A detta di ciò, i più attenti potrebbero pensare: “Interessanti certo, ma se il numero di personaggi è elevato, la difficoltà diventa pressoché nulla”. Sbagliato! Bisogna, infatti, considerare che, a seconda del numero di giocatori partecipanti all’evento dinamico e della loro forza, i nemici e i boss di turno vengono proporzionati mettendoli sullo stesso piano di pericolosità. Sotto questo punto di vista, che avrebbe potuto tramutarsi in una negatività non da poco, si potrebbe anche dire che l’ArenaNet ha fatto un gran bel lavoro per evitare di frustrare i giocatori con avversari troppo deboli. Concetto che viene ripreso per players che, raggiunto un livello più alto rispetto alla zona dove stanno combattendo, vedranno il proprio personaggio venire “de-buffato” per essere riportato il più prossimo possibile alla forza dei nemici di quella zona. Un lavoro che non finisce qui, dato che il nuovo metodo di ottenimento degli oggetti droppati dai nemici - vale a dire ogni giocatore può ottenere oggetti da un nemico senza che i più veloci o fortunati possano sgraffignarglieli da sotto il naso - e l’esperienza dopo averli sconfitti incentiva i partecipanti a rendersi attivi nel completare l’evento; questo poiché partecipando in maniera più intensa si riceverà un rank più elevato e quindi si passerà da una medaglia di livello bronzo a una d’oro con un aumento rilevante dell’esperienza e dei soldi guadagnati; monete che, almeno all’inizio vista la grande quantità di cose da scoprire e utilizzare come i waypoint o i metodi di crafting, la riparazione di armature o l’attivazione dei traits, diventano molto importanti. Non più la frustrazione di vedersi portare via un oggetto droppato a fatica, ma finalmente la meritata ricompensa dopo una battaglia. Come se non bastasse, gli sviluppatori avevano promesso che gli eventi dinamici sarebbero stati “concatenati” gli uni con gli altri, vale a dire che in seguito al completamento con esito positivo o negativo di un evento, in alcuni casi ne sarebbe scaturito un altro che avrebbe per l’appunto permesso una sorta di prosecuzione di una mini storia dinamica; un assalto di centauri respinto, per esempio, potrebbe scatenare una seconda missione dinamica in cui si richiede un assalto al loro accampamento per debellarli una volta per tutte dal territorio. Anche se può sembrare un aspetto minimo è in realtà da non sottovalutare, visto che il suo scopo è quello di aggiungere una coerenza narrativa che appassioni il giocatore e lo costringa magari ad accantonare temporaneamente una quest, tanta è la voglia di farla finita una volta per tutte con quell’orda di centauri!

gw265
Ma dopo tutte queste lodi è tempo di venire a quelli che si potrebbero definire alla lontana “lati negativi”, ai dubbi che sin dai primi giorni hanno circondato come un alone d’incognita questi eventi dinamici: la ripetitività. Le opinioni che si possono trovare in giro per il web riguardanti questo punto sono discordanti: c’è chi crede che siano veramente troppo ripetitivi, ancora troppo simili alle classiche quest con la differenza che non bisogna andare a prenderle da un preciso NPC e non sono segnate sulla mappa, e chi invece loda questa introduzione sottolineando il fatto che aggiungono una vitalità non indifferente al capitolo e all’esplorazione del mondo. Come spesso accade, la verità sta nel mezzo e, a mio parere, questo caso non fa eccezione. La mia opinione in seguito all’esperienza di gioco è che alla lunga possano realmente diventare troppo ripetitive e quindi si rischi che gli utenti possano snobbarle, soprattutto quelle particolarmente lunghe da completare, dato che nel tempo avuto per provare il PvE mi è capitato d’incontrare più di una volta qualche evento dinamico che ricordavo di aver già affrontato magari anche solo un paio d’ore prima. Bisogna anche ammettere che però esiste un limite a quanto possano fare alla ArenaNet per implementare questi eventi nel modo più vario possibile. Volendo cercare una logicità che possa giustificare la ripetitività di alcuni di questi eventi dinamici si potrebbe anche asservire che, come nella realtà, quando un leader o un gruppo organizzato viene sconfitto, un altro cerca di rinascere dalle ceneri; ciò potrebbe essere una buona giustificazione per particolari casi di ripetitività come ad esempio continui attacchi di centauri ad una stessa zona. Ecco, appunto: “Una stessa zona”. E’ forse questo ciò che fa balzare all’occhio la ripetitività degli eventi dinamici. La possibilità di vedere la stessa missione in diverse zone della mappa, magari con piccole sfumature di contorno alla storia, oppure vedere gli stessi nemici ma con dei potenziamenti o nuove strategie d’attacco conseguenze della precedente sconfitta, potrebbe limare questa piccola imperfezione di un sistema che introduce comunque delle innovazioni senza precedenti. Ricapitolando il tutto, posso dire di essere soddisfatto dagli eventi dinamici di questo primo Beta Weekend, che hanno contribuito con successo ad arricchire la mia esperienza di gioco (unita al fatto che il comparto tecnico e ambientale rendono il mondo che circonda il nostro personaggio veramente una gioia per gli occhi). I punti a favore sono molteplici e riescono a ben mascherare l’unica piega che potrebbe essere rappresentata da una eccessiva ripetitività; piega che per forza di cose andrà testata con il tempo e le ore di gioco. Guild Wars 2 si appresta a essere un gioco per molti aspetti rivoluzionario nel suo genere e, a oggi, gli eventi dinamici sono una delle parti di questo immenso puzzle dai molti pezzi.

Festival of the Four Winds
Festival of the Four Winds fra: 05.20.2014 18:30 Festival of the Four Winds

Supporta Ebonhawke.com!

Ebonhawke ha bisogno di te! Insieme stiamo crescendo e divertendo sempre di più! :) Ma per continuare serve anche un tuo piccolo contributo... Se hai un conto paypal è semplicissimo! Basta un click!
NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente li accetta.

Siti partner

Guild Wars 2 is a trademark of NCsoft Corporation. Copyright © NCsoft Corporation. All right reserved.
© 2014 ArenaNet, Inc. All content of this website is copyright ArenaNet, a wholly-owned subsidiary of NCsoft Corporation.
All rights reserved. ArenaNet, Arena.net and the ArenaNet logo, as well as Guild Wars, are trademarks or registered trademarks of NCsoft Corporation.
All other trademarks are the property of their respective owners.